• Stacks Image 156

    Caption Text

  • Stacks Image 157

    Caption Text

  • Stacks Image 158

    Caption Text

  • Stacks Image 163

    Caption Text

| gallery | video | pdf |

Casa Sant’Orsola H.Q.


Milan, Italy (2009 - 2011)

The project designed by Piero Lissoni concerns the requalification of the buildings of a wine industry through an external renewal of the existing structures, the built of new industrial buildings and the creation of adeguate visitor areas. A particulary attention is given to the connection and circulation spaces and to the improvement of all external areas.
The unifying element of the project is the perforated wall placed between the buildings (existing and new) and the road at the bottom of the valley which passes next to the vineyard. This wall is formed by almost a thousand precast reinforced concrete elements, linked together by stainless steel elements (not visible) and fixed to the ground by pre-compressed rods.
Of special interest, it is the steel footbridge suspended from the precast roof of the new production line (made up of large span elements): this footbridge gives the possibility of visiting the plant and view the machines which produce tens of million of bottles a year.
Studio Iorio carried out the preliminary and the final structural design with coordination of the shop drawings of the suppliers (precast r.c. elements and steel structures).


L’intervento progettato da Piero Lissoni riguarda la riqualificazione delle strutture di un’azienda vinicola mediante la ristrutturazione esterna dei fabbricati esistenti, la costruzione di nuovi edifici industriali e la creazione di adeguati spazi di accoglienza dei visitatori. Una particolare attenzione è stata rivolta alla definizione degli spazi di connessione e circolazione e alla valorizzazione di tutte le aree esterne.
L’elemento unificante dell’intervento è fornito dalla parete forata disposta tra gli edifici (esistenti e nuovi) e la strada di fondo valle che corre accanto alla cantina vinicola. Tale parete è formata da quasi mille elementi prefabbricati in calcestruzzo armato, collegati tra loro con elementi metallici (non vista) in acciaio inox e vincolati a terra da barre di precompressione.
Degna di nota, poi, la passerella metallica appesa alla copertura prefabbricata della nuova linea produttiva (composta da elementi di grande luce): tale passerella permette la visita dello stabilimento e la vista dei macchinari in grado di produrre decine di milioni di bottiglie l’anno.
Studio Iorio si è occupato della progettazione strutturale preliminare e definitiva e del coordinamento dei progetti costruttivi dei fornitori (elementi prefabbricati in c.a. e carpenteria metallica).