• Stacks Image 156

    Caption Text

  • Stacks Image 157

    Caption Text

  • Stacks Image 158

    Caption Text

  • Stacks Image 163

    Caption Text

| gallery | video | pdf |

Papa Giovanni XXIII Hospital


Bergamo, Italy (2005 - 2011)

The parisian architect Aymeric Zublena designed the New Hospital in Bergamo (now called Pope John XXIII) as a complex of 7 towers in aluminium and glass, each with 5 storeys, joined together by the big sloping roof of the central core of 3 storeys which hosts the services.
This solution of “different bodies” gives the whole structures a feeling of openness towards the surrounding park and ensures that most of the rooms have a view of the hills of Città Alta (the Medieval part of Bergamo), at the same time guaranteeing a correct exposure to
the sun. The distributive ring, so called “Hospital Street”, is instead formed by large glass galleries which lead to the principale entrance. It hosts 36 operating rooms, 226 outpatient clinics and a heliport. The entire building can accommodate up to 1,200 patients.
Studio Iorio carried out the detailed design and shop drawings of all steel structural elements which characterize these buildings. In detail, the façades of the 7 towers and the details of the nodes of the Hospital street were designed not only from the structural point of view, but also a strong attention was paid to the architectural aspects and composition.


L’architetto parigino Aymeric Zublena ha strutturato il Nuovo Ospedale di Bergamo (chiamato ora Papa Giovanni XXIII) come un complesso di 7 torri in alluminio e vetro, di 5 piani ciascuna, unite tra loro dalla grande copertura inclinata del nucleo centrale di 3 piani
che accoglie i servizi.
Tale soluzione “a corpi distinti” conferisce all’intera opera un carattere di apertura verso il parco circostante e assicura alla maggior parte delle camere una vista panoramica sui colli della Città Alta (la parte Medievale di Bergamo), garantendo al tempo stesso il corretto
soleggiamento. L’anello distributivo, la cosiddetta “Hospital Street”, è invece costituito da grandi gallerie vetrate che convergono verso l’ingresso principale.
Dotato di 36 sale operatorie, 226 ambulatori e un eliporto, il complesso può accogliere fino a 1.200 degenti.
Studio Iorio si è occupato della progettazione esecutiva e costruttiva di tutti gli elementi strutturali in acciaio che caratterizzano questo complesso.
In particolare, la facciata delle 7 torri e i dettagli dei nodi dell’Hospital Street sono stati trattati solo dal punto di vista strutturale, ma una forte attenzione è stata rivolta anche agli aspetti architettonici e compositivi.