• Stacks Image 156

    Caption Text

  • Stacks Image 157

    Caption Text

  • Stacks Image 158

    Caption Text

  • Stacks Image 163

    Caption Text

| gallery | video | pdf |

T. Fabbri military airport hangar


Viterbo, Italy (2006 -2008)

The pair of twin hangars formed by two symmetrical modules, with an overall rectangular plant equal to 142 x 37 metres and a total height of about 18 metres, is situated inside the military airport of Roma-Viterbo and, at present, houses 17 military multifunction helicopters NH-90.
The roof is a tridimensional steel structure, formed by longitudinal grid beams with a double sloping roof of 70 metres, supported by hollow circular section columns with diameter of 660 mm and thickness of 7 mm. The first two trusses are equipped with an appendage
which extends to the ground and allows all the sections of the access gates to the open.
Studio Iorio was involved in the final structural design with the optimization of the original project (value engineering activity), through the redesigning of the original reinforced concrete columns with hollow steel section, the rigid connection of these with the grid beams of the roof (allowing transition to a hyperstatic frame structural scheme) with consequent deleted of dampers on the top of the vertical elements.


La coppia di hangar gemelli costituita da due moduli simmetrici, aventi pianta rettangolare di dimensioni complessive pari a 142 x 37 metri e altezza lorda di circa 18 metri, si trova ubicata all’interno dell’aeroporto militare di Roma-Viterbo ed attualmente ospita al suo interno 17 elicotteri militari multifunzione del tipo NH-90.
La copertura è costituita da una struttura tridimensionale in carpenteria metallica, formata da travi reticolari longitudinali a doppia falda simmetrica per una lunghezza di 70 metri, sorrette da colonne tubolari agli estremi da 660 mm di diametro e spessore 7 mm. I telai di
testata sono dotati di un’appendice che si prolunga fino a terra e che consente l’apertura dei portoni sezionali di accesso all’area di ricovero degli aviomezzi.
L’intervento di Studio Iorio è stato finalizzato alla progettazione esecutiva previa ottimizzazione del progetto strutturale originale (attività di value engineering), attraverso la sostituzione degli elementi verticali in cemento armato con colonne tubolari in acciaio, il collegamento rigido delle stesse con le travi reticolari di copertura (favorendo quindi il passaggio a uno schema strutturale a telaio iperstatico) con conseguente eliminazione degli apparecchi d’appoggio.